Festa per il Tc Lello De Mita Il tennis nolano è in Serie C

di Raffaele SOMMA Davide SOMMA e Pasquale FOGLIA

Il Circolo Tennis Lello de Mita è una bella realtà sportiva del nostro paese. Nato nel 1964 conta oggi più di 30 tesserati tra i giovani, suddivisi nelle varie categorie della Scuola Tennis Under 12, 14 e 16 maschile e femminile, e circa 70 tesserati adulti.
L’impianto sportivo è quello di via Madonna delle Grazie, dove vi sono 2 campi da Tennis (di cui uno Indoor), una club house appena ristrutturata e 2 terrazze adibite come spazio di socializzazione in cui sal-tuariamente organizzano feste ed eventi.
Incontriamo il presidente del Circolo Tennis Lello de Mita, Francesco Lizza, che ci accompagna all’interno del bellissimo impianto sportivo.
Presidente una bella realtà la vostra…
“Sì, devo dire di essere contento di dirigere una bella associazione come questa. Io sono presidente dal 2018 del tc Lello de Mita, insieme al vicepresidente Felice Giannini e i consiglieri Giuseppe Giannini, Gennaro Napolitano, Vincenzo Della Pietra, Paolo Veneruso e Daniele Pierro. Grazie al supporto dei soci e del consiglio siamo riusciti a portare avanti numerosi progetti come la ristrutturazione e l’arredamento della club house con all’interno un bar e una ludoteca per i bambini, la pavimentazione e l’arredamento delle due terrazze che sono state arredate e sono adibite ad eventi e feste private e il rifacimento degli spogliatoi. Inoltre abbiamo ancora altri progetti di cui vi parlerò in un vostro prossimo invito”.
So che lo scopo della vostra as-sociazione non si limita ad una mera promozione e pratica dello sport…
“Si, ha ragione. Noi nasciamo nel 1964 come filiazione della Fuci, la federazione degli universitari cattolici, per cui nel corso degli anni abbiamo sempre accompagnato il discorso sportivo con quello sociale e di sostegno alle fasce più povere ed emarginate della nostra città. Nel cortagonisti di iniziative con istituzioni come la Curia, il Comune di Nola, L’ospedale Santa Maria della Pietà ed associazioni nazionali di volontariato come i Lions Club, Emergency e l’Airc. Colgo l’occasione per ricordare Felice Giordano, scomparso qualche anno fa, colui il quale per tanti anni è stato la colonna portante di questo circolo e di cui tutti noi abbiamo un ricordo sempre ben custodito nel cuore come esempio di lealtà, generosità e altruismo. Fieri di aver intitolato il campo centrale a suo nome così da rendere vivo il suo ricordo nella nostra quotidianità”. Certamente… ma soffermiamoci sul tennis, avete anche delle ottime squadre che stanno ben figurando nelle rispettive categorie.
“Sì, abbiamo 5 squadre di giovani esordienti che partecipano alla Coppa Italia, una squadra femminile nella serie D2 regionale, una squadra maschile di serie D3 regionale, una squadra over 55 e infine una squadra ancora per poco in D1 regionale che ci sta dando delle belle soddisfazioni. Tutto questo grazie allo staff tecnico di ottimo livello capitanato dal maestro tecnico nazionale, Rosario Guida, coadiuvato dall’istruttore di I livello Gianluca Guida e Vincenzo Della Pietra”.
Parliamo appunto di questi ra-gazzi e del loro ingresso in serie C.
“Si, abbiamo raggiunto un grande risultato per la storica promozione in serie C. Il nostro team, alla guida del maestro Rosario Guida, ha infatti raggiunto la Serie C dopo essersi imposto per 4-1 nella semifinale di Serie D campana. A regalare questa gioia a tutti i nostri soci e a tutti i nolani sono: Vincenzo Della Pietra, Paolo Veneruso, Gennaro Napolitano, Gianluca Guida, Vincenzo Vacchiano, Francesco Carenza nonché il sottoscritto. Ad essere decisiva nella vittoria finale contro l’Olimpia Sport Village di Nocera è stata la gara vinta da Vincenzo Della Pietra, dopo l’iniziale sconfitta di Vincenzo Vacchiano e le successive due vittorie di Francesco Carenza e Gianluca Guida. La vittoria in semifinale ci proietta in finale contro il Tennis Club Agropoli (domenica 17 luglio a Nola alle ore 9:00) in un incontro che risulterà spettacolare e che non intaccherà la promozione nella categoria maggiore, dato che entrambe le squadre hanno già guadagnato il pass per la Serie C. In palio la Coppa Italia regionale di categoria D, un’altra occasione per aumentare il livello del trionfo di questi giorni per il nostro Club. Si tratta del punto più alto raggiunto dal nostro circolo dopo la fondazione nel 1964, una Coppa Tacchini vinta in passato e la vittoria dell’over 45 re-gionale. Un percorso di crescita che è ancora in fase di sviluppo, e che cercheremo di migliorare con le nuove leve del nostro circolo”. Come avete raggiunto questo risultato e cosa scaturisce questo successo?
“Nella nostra squadra sono presenti tutti giocatori che fanno parte del circolo e sono cresciuti all’interno di esso sotto la guida del nostro maestro Rosario Guida, ciò sottintende l’importanza di una buona scuola tennis che ci permette di sfornare sempre nuovi atleti, inoltre di fondamentale importanza è l’amore che i nostri atleti hanno per lo sport del tennis e soprattutto per il circolo di cui sono e si sentono parte integrante. Per raggiungere questo risultato i nostri ragazzi hanno sofferto molte ore di duro allenamento guidato oltre che dal maestro anche dal nostro atleta Francesco Carenza, classificato 2.7 (ex 2.5) che da quest’anno ha creduto nel nostro progetto facendo crescere tennisticamente e mental-mente tutti i nostri atleti grazie alla sua esperienza pluriennale nell’ambiente tennistico come professionista di livello internazionale. Questo successo scaturirà tra i soci e tra i giovani atleti emergenti quella voglia di credere nei propri mezzi e la consapevolezza che con perseveranza e allenamento si possono raggiungere i risultati sperati. Questo è un successo che spero coinvolgerà nuove persone ad avvicinarsi a questo sport magnifico e al “circolo tennis” dimora di questo bellissimo gioco, un ambiente elegante, più o meno complesso, sia nella struttura che nei meccanismi, che offre l’opportunità di creare dei splendidi momenti di integrazione sociale. Una grande casa. Una piattaforma d’idee. Un crocevia di culture. Il vecchio, il nuovo, in uno spazio che può essere riempito da tutti per lavorare, progettare, pianificare, costruire e confrontarsi con spirito di crescita. Con questa affermazione non posso che augurarvi “buon tennis” e in bocca al lupo per domenica. Grazie mille, siete tutti invitati a sostenerci e “buon tennis” a tutti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: