“ARCHIOMETRIA”La mia Hyria in una stanza

 Circa 2 anni fa un gruppo di amici, già impegnati negli anni precedenti nell’organizzazione e allestimento della MOSTRA DEI GIGLI IN MINIATURA, confrontandosi si sono trovate davanti ad un bivio. Continuare a realizzare GIGLI in miniatura oppure trovare qualcosa che potesse dare nuova linfa all’evento. Così dopo diversi incontri e chiacchierate nasce l’idea di realizzare il PERCORSO STORICO DELLA PROCESSIONE DEI GIGLI.

I primi scettici eravamo noi:

Ma come facciamo? Non sappiamo da dove iniziare, ce la faremo mai? E molte altre incognite che ci tormentavano in quel momento.

Un giorno Francesco Chiacchiaro, che aveva già realizzato la miniatura del  DUOMO di Nola in scala 1:100 mise a disposizione il suo lavoro. Da lì nasce quella scintilla necessaria per poter partire con i lavori. Ci guardammo e spinti dalla voglia di realizzare qualcosa di unico da donare alla città, iniziammo, con la consapevo-lezza che non avevamo nulla da perdere qualora non ci saremmo riusciti. Iniziammo così i primi incontri, con appuntamenti costanti il sabato presso l’officina di Vittorio Scafuro per capire almeno come iniziare, come muoverci, quali materiali usare, chi doveva fare cosa. La partenza fu davvero avvilente in quanto avevamo difficoltà a trovare la quadra ma grazie alla caparbietà, alla volontà e all’amore che abbiamo per questa città e per la festa dei Gigli riuscimmo ad avviare i lavori.

Dopo aver  proceduto con la distribuzione dei compiti, in officina venivano stabilite le misure da rispettare e le sagome sulle quali costruire i palazzi e cosi ognuno di noi a casa propria e compatibilmente con i propri impegni lavorativi dedicava tempo e passione al lavoro. Quando ci rendemmo conto che non avremmo avuto a disposizione il tempo necessario per poter ulti-mare l’opera entro il mese di giugno 2021, decidemmo di concentrare il lavoro solo sulla realizzazione di PIAZZA DUOMO raffigurante il momento della benedizione da parte del Vescovo.

Paradossalmente quando si dice “non tutti i mali vengono per nuocere” i vari lockdown che siamo stati costretti a rispettare per via della situazione pandemica, ci hanno consentito di dedicare il tempo necessario che in una situazione di vita normale non avremmo mai potuto dedicargli.

Ogni giorno che passava, il pensiero di vederlo ultimato ci teneva uniti, ci faceva confrontare, faceva stringere quel rapporto di amicizia e di complicità che è stato, insieme alla passione, il nostro carburante.

A ridosso della presentazione alla città, cresceva in noi un senso di responsabilità, quella responsabilità dovuta anche al fatto che non svolgendosi la FESTA vera e propria, avvertivamo nella gente la stessa curiosità che avevamo noi. Archiviata la prima parte, facemmo di fatto trascorrere luglio e agosto per poi rincontrarci a settembre e iniziare a lavorare sul prosieguo. Ora-mai la linea guida era tracciata, quindi rispettando la regole che ci eravamo imposti durante la prima parte, il la-voro è stato più fluido. Ad oggi il nostro lavoro è costudito all’interno del Museo Archeologico di Nola ed è un opera in scala 1:100 e misura 6 metri per 5,5m realizzata con pannelli di polistirolo, cartoncini, das e altri materiali. Sono presenti circa 300 palazzi all’interno del plastico. Per la pavimentazione sono stati utilizzati circa 30mila blocchi di basalto realizzati in pietra lavica ed oltre 15mila sampietrini utilizzati per la pavimentazione della piazza e di alcuni spiazzali presenti lungo il per-corso storico o nei vari androni dei palazzi.

Gli autori dell’opera Vittorio Scafuro, Francesco Chiacchiaro, Francesco Nocilla, Antonio Iovino, Emilio Mogavero, Orazio Di Maio ed Enrico Graziano possono dire di essere orgogliosi di aver donato alla città di Nola un’opera che consentirà alle generazioni presenti di riconoscersi, a quelle passate di rivire le proprie emozioni e soprattutto a quelle future di adeguarsi all’evoluzione della vita ma di non dimenticare da dove veniamo.

Non ci resta altro che annunciarvi la presentazione ufficiale dell’opera che avverrà il 19 giugno 2022 alle ore 10:00 presso il Museo Storico-Archeologico di Nola in via Senatore Cocozza ( vico de munacelle) .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: