Lotta al tumore al seno,  e iniziative di United for Life

di Autilia Napolitano

Oltre quaranta visite con un accurato esame ecografico eseguito dai medici della Breast Unit dell’ospedale Cardarelli di Napoli: sono gli screening a cui si so o sottoposte le donne che hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione per la prevenzione promossa dall’associazione “United for life” di cui è presidente la giovane nolana Angela Carbone per la prevenzione del tumore al seno. Gli screening si sono tenuti presso il centro estetico In&Out di Marianna Manga-niello in piazza Marconi che ha sostenuto l’importante pro-getto che da anni l’associazione porta avanti riscontrando numerosi consensi. Quella delle visite, infatti, è soltanto una delle tante iniziative che “United for Life” promuove mettendo in rete un circuito proficuo ma soprattutto co-struttivo di idee in favore delle donne che lottano contro la terribile malattia. Nel corso degli anni, accanto alla passeggiata rosa chiamata “Expert for life” che ci ha per-messo in due anni di raggiungete la cifra di ventimila euro destinati ai progetti della Breast Unit, tanti sono stati i progetti messi in campo. A cominciare dallo “yoga for life” con sedute di meditazione rivolte a tutti ma anche il “panettone rosa” e la torta “un fiore per Therasia” ispirato alla moglie di San Paolino a cui è dedicata la Festa dei Gigli di Nola. E poi ancora un docufilm sull’importanza della prevenzione di cui sono state protagoniste tre donne del territorio, tra cui la presidente An-gela Carbone. Un documentario che è stato un inno alla vita con le preziose testimonianze dell’equipe medica della Breast Unit dell’ospedale Cardarelli di Napoli. E proprio alla struttura napoletana lo scorso mese di aprile sono stati consegnati reggiseni post operatori per le donne sottoposte ad intervento oncologico chirurgico. “Siamo nel vivo del mese di ottobre, noto in campo medico come ‘mese rosa’, il mese della prevenzione – dichiara Angela Carbone – un tema particolarmente caro alla mia associazione che fin dal primo giorno ha investito risorse ed energie per creare un filo diretto con le donne, per aiutarle e supportarle nel loro percorso di vita e di lotta contro il cancro. L’ultimo screening non a caso assume un significato ancor più incisivo perché – aggiunge Angela – accanto alla classica visita senologica, c’è stato l’esame ecografico grazie alla disponibilità dell’azienda Medisol. Ringrazio i camici bianchi della Breast Unit dell’ospedale Cardarelli di Napoli che, da sempre, ci affiancano in questo nostro percorso e Marianna Manganiello per l’ospitalità del suo centro. Alle donne dico di volersi bene e di fare prevenzione, l’unico strumento per combattere possibili malattie. Grazie infine a quanti in questi anni ci hanno affiancato incoraggiando ogni nostra iniziativa e rafforzando così il nostro impegno che continuerà nel segno dei valori di amicizia e solidarietà”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: