Addio Gaetano Talese esempio vero di nolanità

di Lello Guerriero

NOLA. Il 18 febbraio è volato in cielo un simbolo di NOLANITÀ come pochi, il GRANDE UOMO e CAPO PARANZA, Gaetano TALESE. “Figlio d’arte”, è stato protagonista per più di venti anni della nostra amata Festa. Gli esordi nel 1977 con la paranza Primmavera, che nel 1982 si trasformò in “paranza Talese”. Il 2000, l’anno del Giubileo, la sua ultima apparizione con l’uscita di scena. Una paranza che, a Nola e negli altri paesi dei gigli, si è sempre distinta per stile, educazione ed eleganza, in piena linea con i valori del suo capoparanza. Capo Paranza dai modi pacati e dallo stile inconfondibile è stato protagonista assoluto e di primo piano, anche se discreto, della Festa. Potrei raccontare tanti momenti
vissuti con lui, sono cresciuto nella sua casa ma desidero soffermarmi su un concetto tanto caro a Gaetano, la pace e la serenità che sapeva donare a tutti quelli che incontrava e frequentava. Maiuna parola fuori posto, mai unareazione scomposta, un UOMO che ha lasciato un segno indelebile nella nostra comunità e all’interno di quella che considerava la sua seconda famiglia, la Festa dei Gigli (secondo il mio modesto parere il Capo Paranza più completo che abbia mai avuto modo di conoscere). Molti non sanno che mio padre gli propose di stare accanto a noi figli nella ballata del Calzolaio 2013, dove lui con dolcezza e serietà declinò l’invito, con la speranza di vedere il suo AMICO al comando del giglio
che tanto aveva sognato e desiderato. Come tanti non sanno che l’idea di affiggere la targa nei pressi di vico Duomo, in ricordo di mio padre, fu proprio di Gaetano.
Questo suo modo di agire dovrebbe essere d’esempio per tanti di noi, in particolar modo
per noi capi paranza. Capire che valori come SERIETÀ, LEALTÀ, EDUCAZIONE e RISPETTO,
sono valori imprescindibili senza i quali non si costruisce nulla di solido e duraturo.
Grazie Gaetano per tutto quello che ci hai insegnato senza dire tante parole ma solo con
l’AGIRE.
Mancherai tanto a tutti noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: