NOLA MIA

Di Nicola Natalizio

Quanno ritorne ‘stu mese
d’ ‘a frennesia me sent’e piglià
so’ figlio ‘e Nola, e ’sta festa
me mette ‘ncore ’na voglia ‘e cantà.
Nola paese d’ammore
luce pe’ st’uocchie ca vonne guardà
vita e st’anema mia tu quanta gioie
m’ ‘a sapute ddà
Canta cu mmè
oj festa bella, tu me fai suspirà.
Balla cu mmè
ca pur’ ‘a luna s’ è ncantate a te
guardà
Festa pe’ tte’
‘a tutt’o munne ‘a gente corre a stà
città
Forse pecchè
n’ata cchiù bella cumm’a chesta nun
nce stà
Guarda è turnat’ ‘a bbarrese
sott’ e varre già è pronta’a jazà
basta ‘nu fischio e ’stu ggiglie
se mett’e scell’e accummenci’a vulà.
Vola cu mille farfalle
p’ ò ciele azzurro ca giugne ce ddà
porta ‘o saluto d’à festa
a chi è nulane e ncielo mo stà
Oj Brigadiè
quanta speranze nove nascene cu
ttè
tu dice so
e tutt’à gente s’è ncantat’a te
guardà
e ‘nzieme a ttè
chesta bbarrese è riturnat’a ‘sta città
Forse pecchè
niacune megli’ e te a sape cumannà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: