Crisi Nola, serve una scossa

di Valerio Lauri

NOLA. Quattro punti in dodici partite. Così come Nola attraversa un momento cupo, anche il Nola calcio viaggia con una lanterna dalla luce fioca in un tunnel oscuro. I risultati degli ultimi mesi “regalano” ai bianconeri l’ultima casella della classifica del girone G di Serie D. Di questo passo, l’unica fiammella di salvezza brucerà in Lega, quando si potrebbe decidere
per il blocco delle retrocessioni nei dilettanti a fine stagione. Il Nola non sa vincere e, a stento, sa pareggiare. Nell’ultima partita contro Gladiator, sull’erba naturale inzuppata di
pioggia in quel di Santa Maria Capua Vetere, un altro punto, un’altra briciola che non sfama. La solita disattenzione difensiva è stata ricucita da un guizzo estemporaneo
del nuovo arrivato D’Angelo (due gol per lui in due partite). Solo cinque volte il Nola è stato capace di non perdere. Una sola in casa. Troppo poco per una squadra costruita male e rattoppata peggio. Difesa colabrodo, centrocampo molle e attacco sterile. Scarna la materia prima, deboli le motivazioni, un fantasma la grinta.
Allo stato attuale, solo la matematica permette di sperare. L’aritmetica, infatti, condanna gli uomini di mister Campana a provare a sudarsi ancora la maglia, cercando di risollevare una stagione nata male e evoluta peggio. Sono sei i gradini (punti) da scalare per evitare il declassamento di categoria diretto. Otto, invece, quelli per risparmiarsi pure i playout.
Serve compattezza, sacrificio, forza e un pizzico di cattiveria. Insomma, il Nola deve dimostrare di essere una paranza vera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: